a volte non basta guardare è piu bello immaginare ....

Godetevi i racconti piu eccitanti del  web....

 

La mia migliore amica si chiama Daniela.É una ragazza molto simpatica,intelligente e dolce.Una ragazza normale insomma.E ha una grande passione:i ragazzi di colore.Impazzisce per loro e non perde occasione per fare sesso con loro.É stata in Jamaica,in Marocco,in Tunisia,in Kenya,in Senegal,a Cuba...ed è sempre tornata molto soddisfatta da questi suoi viaggi di piacere.Mi dice sempre:"Cosa c'è di meglio di una vacanza di sole,mare e sesso?E poi i ragazzi neri sono davvero fantastici.Hanno delle verghe gigantesche e non si stancano mai,sanno come trattare una donna.Vorrei che l'Italia diventasse come la Francia:negri e mulatti ovunque!".Una sera,che non c'era il suo ragazzo(è fidanzata ma non si fa mancare niente),la accompagnai ad una festa afro in spiaggia.La maggior parte delle ragazze erano bianche mentre i maschi erano in prevalenza di colore.Appena entrammo c'erano un paio di nordafricani che si strusciavano su di una biondina e lei li implorava ad alta voce di portarla in un luogo appartato."Buongustaia"-sorrise Daniela.Appena entrata in pista si scatenò.Indossava un vestitino corto bianco,che metteva in mostra il suo fisico minuto ma ben fatto,e un paio di zoccoletti bianchi.Sciolse i capelli e cominciò a muoversi al ritmo della musica.Un ragazzo africano le si avvicinò e cominciarono a ballare mentre un altro ragazzo nero agitava le dita sopra il bongo.Anche il secondo cominciò a strusciarsi su di lei,le sussurrano qualcosa all'orecchio e la presero per mano.Io seguivo la scena da lontano mentre i due ragazzi extracomunitari la portavano fuori dalla confusione.Si addentrarono nella pineta e arrivarono in una piccola baracca:era lì che probabilmente portavano le loro prede.La porta era rimasta semiaperta e potevo vedere tutto.Uno dei due ragazzi,probababilmente senegalesi,spinse Daniela contro il muro e cominciò a baciarla.L'altro invece ricevette una telefonata ed uscì in tutta fretta.Daniela sembrò delusa:il suo sogno era quello di fottersi contemporaneamente i due negri.Ma si consolò presto...il ragazzo africano,si sfilò i pantaloncini e...mio Dio...non avevo mai visto una cosa simile!Un tronco nero enorme,davvero incredibile,con delle nervature perfette.Anche Daniela pensò la stessa cosa.Scopami Mohamed,ti prego!-urlò estasiata.Il ragazzo nero non se lo lasciò dire due volte e la penetrò direttamente in piedi.Daniela godeva come una cagna,la sua passera accoglieva quell'arnese grosso e lungo,e soprattutto nero...poi la portò sopra un lettino che era in mezzo alla baracca e continuò a sbatterla su e giù.Ad un certo punto si sentirono delle voci,io riuscì a nascondermi all'ultimo momento.Era di ritorno il secondo ragazzo senegalese.Ma non era solo!Dopo di lui entrarono nella baracca almeno una ventina di extracomunitari!C'erano molti neri ma anche diversi magrebini e tutti volevano una sola cosa:divertirsi con una ragazza bianca!Daniela all'inizio sembrò un po' intimorita ma sorrise quando tutti i ragazzi si spogliarono.Erano tutti superdotati e con dei fisici incredibili,è proprio vero che i negri in quanto a prestanza fisica sono insuperabili.Io ero eccitatissimo,e sborrai nei pantaloni quando vidi Daniela che veniva scopata a turno dai quei ragazzi di colore.Lei gemeva,godeva mentre i ragazzi la penetravano.Ridevano ad alta voce e la trattavano proprio come una puttana.Ed è quello che lei voleva!I primi che l'avevano chiavata uscirono dicendo:"Torniamo alla festa per cercare altre troiette bianche!".E scoppiarono in una fragorosa risata.Gli altri continuarono con Daniela,anche quattro o cinque alla volta.Venne penetrata in tutti i buchi e poi la fecero inginocchiare:una marea di sperma uscì dai loro piselli enormi.Le urlavano anche molti insulti:Ti è piaciuto puttana?Voi bianche siete tutte troie!La prossima volta veniamo a casa tua e ti sbattiamo davanti a tuo padre!".Io me ne andai prima che i ragazzi uscissero e tornai a sederni.Dopo poco arrivò anche Daniela.Sei sparita-le dissi-dov'eri?Lei sorrise e all'orecchio mi sussurrò:"É piaciuto anche a te,non è vero?Ti ho visto che mi spiavi...adesso sono un po' stanca,torniamo a casa".Io ero stupito ma prima che potessi giustificarmi disse:"Da ora in poi tutte le domeniche saremo qui!!".


 

Adesso le  ragazze di riv non le potrai solo guardare ma potrai sentire anche la loro calda voce entra e  iscriviti..ti stanno aspettando!!!!!!!!!!!!!

Mi chiamo barbara, ho 31 anni e da 5 sto insieme a Marco. Siamo una coppia ben composta,io bionda e formosa,con un culo alla Jennifer Lopez alto e sodo che è sempre stato il mio punto forte,lui alto e muscoloso, con gli occhi e i capelli scuri,un gran bel ragazzo. Quella sera avevamo organizzato una serata in discoteca,e siccome eravamo sotto Natale molti dei nostri amici erano via in vacanza. Solo Thomas era rimasto in città,Tommy è il miglio amico del mio ragazzo,ed è un figo davvero pazzesco...Alto,fisico palestrato,biondo,labbra carnose,occhi verdi......io ci ho sempre fantasticato su,anche se non senza un certo senso di colpa. Sono davvero innamorato del mio ragazzo e quindi non lo avrei mai tradito. Ad ogni modo decidemmo di uscire noi tre, tanto lo abbiamo fatto tante volte e Thomas non si è mai sentito a disagio. Così dopo una birra al bar sotto casa incominciammo a discutere sul locale dove passare la serata. Decidemmo per una discoteca poco lontana , e partimmo in auto. Mentre guidava, il mio ragazzo iniziò a frugarmi con la mano sotto la gonna...io ero sorpresa... insomma Thomas era dietro e poteva vederci!Con mio grande stupore Marco disse a voce alta " Piccola ma come sei bagnata...viene voglia di ascigartela a forza di leccate...Thomas cosa dici tu cosa le faresti?" e Thomas rispose "con quelle tette che si ritrova ...ci affonderei la faccia io...lo sai che la tua ragazza mi attizza come poche..." io ero incredula e eccitata,e senza neanche rendermene conto spinsi la sua mano forte dentro la mia figa bagnata e eccitata, ansimando e emettendo gemiti di godimento. Thomas da dietro mi spiava e mi sussurrava nell'orecchio " si...godi godi vedrai cosa ti combiniamo stasera tesoro" le sue labbra che mi sfioravano l'orecchio e quelle parole mi fecero rabbrividire tutta. Poi Marco tolse la mano e disse "eccoci arrivati ragazzi" io ancora intontita e sconvolta mi risistemai il tanga fradicio e la gonna, e quando guardai fuori vidi che non eravamo affatto arrivati alla discoteca ,ma ci ritrovavamo all'entrata di un Motel a 5 stelle. Allora dissi con tono scherzoso in modo da stemperare il mio (certo non il loro) imbarazzo "ah...avevate architettato tutto vigliacchi?" e Marco " tu non sai da quanto tempo desideravamo organizzare questa serata...". Il mio cervello mi ripeteva " digli di no,è una cosa da non fare" ma la mia voglia era più forte....il cuore mi batteva forte di eccitazione e paura. Entrammo alla suite del motel che avevano preparato. Ebbi un brivido quando Thomas chiuse la porta a chiave,mi prese per i polsi e mi spinse contro il muro,mi guardò con uno sguardo carico di brama e mi baciò il collo con ferocia quasi animale. "Marco un pò seccato disse " Oh,ragazzi ma così mi escludete cazzo!" Allora Tommy mi si stacco da dosso " hai ragione scusa...ma io non resisto...guarda comè sexy...dai spogliamola e buttiamola in vasca! " Si stava riferendo alla enorme vasca idromassaggio che si trovava nel centro della stanza,contornata da specchi e candele. Marco incominciò a slacciarmi la camicetta con calma e sussurandomi " lo sapevio che ci saresti stata piccola porcella...thomas temeva che ti rifiutassi" io risposi " dio ,voi stasera mi farete morire" ,intanto Tommy si spogliava di fretta,sfilandosi la maglia mostrò tutta la possenza del suo fisico statuario e abbronzato...non riuscivo a staccarli gli occhi di dosso. Poi lanciai un occhiata al suo membro che sembrava esplodergli nei pantaloni... mi morsi le labbra vogliosa...era ben dotato...senza dubbio! Marco mi stava sfilando le autoreggenti lentamente,lui era fatto così andava piano per farmi morire di desiderio, mentre Thomas invece era così irruento e impaziente... incominciò a baciarmi il seno mentre il suo amico mi stava ancora spogliando. Poi Thomas mi prese in braccio come una sposa e mi portò nella vasca . Entrammo in vasca tutti insieme,e mentre Marco mi leccava il collo e la schiena Tommy mi succhiava i capezzoli turgidi e rossi. Iniziai a ansimare perdendo tutte le mie inibizioni.sentii una mano sotto l'acqua che si infilava piano tra le mie cosce, e non capii di chi fosse,ma neanche me ne importò,sentii le dita aprirmi bene le labbra della mia fighetta e poi due dita che si infilarono piano dentro,poi fino in fondo con un solo colpo facendomi sobbalzare. "Portatemi sul letto...oh voglia vi prego" dissi quasi supplicandoli. Ci avvolgemmo negli accappatoi e ci trasferimmo ancora fradici sull'enorme letto. Mi misero supina e Marco incominciò a leccarmela, mi stuzzicava il clitoride gonfio e voglioso con la punta della lingua facendola andare vorticosamente su e giù,poi passando la lingua per tutta la fessura e penetrandola... provai un piacere forte, Marco la sa leccare come pochi in circolazione...mi ritrovai di fronte Tommy ...(o meglio il suo enorme membro) davanti alla bocca,ingolosita da quella visuale mi misi a leccargli la capella gonfia e sentii Thomas gemere di piacere "aahhh.... si cazzo così...aveva ragione il tuo moroso che sei formidabile..." non ce la facevo più ero sull'orlo dell'orgasmo quando Marco, che se ne era accorto , smise di colpo e crudelmente il suo lavoro perfetto. "no no.. torna.. " gridai io, ma capii dopo che Marco voleva guardare...guardare la sua ragazza così buona e santerellina prendersi in bocca il cazzo del suo amico! " Dai fagli vedere di cosa sei capace amore..." io non mi feci certo pregare,e incitata da queste parole iniziai a leccare lungo tutta l'asta del cazzo di Tommy, succhiandogli poi piano la cappella e poi affondando il suo possente arnese fra le mie labbra fino in gola,poi tornavo a tormentarlo stuzzicandogli il prepuzio con la punta della lingua....sentivo la sua cappella pulsare fra le mie labbra golose. Per lavorare meglio feci sdraiare Thomas sulla schiena e mentre glielo leccavo ancora e ancora mi misi a 90 dando il culo fradicio di desiderio in faccia al mio ragazzo. mentre Thomas godeva e mi diceva con la voce rauca " si...succhiamelo così ..." Marco incominciò a stuzzicarmi il buco del culo con la lingua e con le dita...dio se avevo voglia!! Sentii il suo dito passare sulla vulva in modo da magnarsi bene e poi massaggiarmi piano l'ano,poi sentii la sua cappella premere...mi staccai dal cazzo di Thomas....però,aveva una bella resistenza il ragazzo! "Guarda Tommy, guarda come si incula una bella figa...!" disse Marco e così dicendo mi entrò piano dentro...poi con un solo colpo entrò tutto e io gridai, di dolore e di piacere contemporaneamente .... Guardai Tommy che mi fissava...i suoi occhi erano eccitati all'inverosimile... mi fissavano vogliosi e arroganti.....sentii marco che mi sollevava tenendomi per le coscie e si alzava in piedi ,ancora dentro di me, Thomas si avvicinò, sentivo la figa che mi faceva male da quanto avevo voglia e dissi quasi senza rendermene conto " scopami thomas mettimelo dentro ti prego ti prego" lui non se lo fece ripetere due volte,e infilò con due soli colpi il suo possente cazzo nella mia figa bagnata fradicia...Urlai....Poi sentii che questo aveva eccitato parecchio Marco, dietro di me, che ricominciò a spingere...mi sembrava di spaccarmi a metà ,più gridavo più i due spingevano forte...ma poi mi piaque...e ogni spinta era come un'estasi...finchè venni urlando come non ero mai venuta. Loro vennero quasi nello stesso istante, perchè si vede che le mie grida di godimento erano davvero troppo per la loro resistenza. Ci accasciammo tutti e tre sul letto e ci addormentammo.

Home page gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!